LASCIA CHE TI RACCONTI UNA PICCOLA STORIA

LASCIA CHE TI RACCONTI UNA PICCOLA STORIA

C'era una volta Jaques, un uomo che come tutti lavorava e guadagnava denaro. Quest'uomo si prese cura della sua famiglia come meglio poteva, con le sue possibilità. A sua moglie e ai suoi due figli offriva uscite, attività e una volta all'anno una vera e propria vacanza. Ma la cosa che gli importava di più era dare cibo di qualità alla sua famiglia perché credeva che la salute a lungo termine dipendesse da ciò, quindi gli piaceva comprare quanto più cibo bio e locale possibile. Quando andava al supermercato doveva, pero’ calcolare il suo budget perché non poteva sempre comprare tutto quello che voleva, ma d’altro canto era difficile dire no ai suoi figli che reclamavano i loro dolci preferiti o a sua moglie che voleva un pane più elaborato e con farine diverse dalla classica baguette ... Era necessario fare delle concessioni.

Un'altro bel giorno, era un sabato pomeriggio, tutta la famiglia era fuori per una passeggiata in città. Passarono davanti ad un negozio e videro due cassette per terra piene di frutta e verdura che certamente non erano molto attraenti, ma ancora consumabili. La famiglia si chiese se fosse normale che fossero là fuori, messe così! Quindi Jaques decide di entrare in negozio e dire al commerciante "Penso che abbia dimenticato due cassette fuori perché sono ancora piene di frutta e verdura" ed il signore rispose "ah grazie non si preoccupi, le dobbiamo buttare perché non possiamo venderle, la roba non é più molto fresca ". Jacques usci’ dal negozio e ripeto’ la risposta alla sua famiglia che rimase stupita, ma se ne andarono via senza più dire una parola. Questa storia, pero’ Jaques non l’ha dimenticata. Quando si ritrovò la sera nel suo letto prima di addormentarsi, le immagini di queste due cassette gli giravano in testa. Sentii molte emozioni mescolarsi ... il malessere pensando alle persone che non hanno abbastanza cibo per vivere e nel contempo la comprensione per il commerciante che era "obbligato" a dare via i prodotti che non sono abbastanza freschi per quella clientela che ama vederli sempre impeccabili. Che disastro pensò ... perché cominciò a capire che c'erano rifiuti ovunque e non solo nel campo del cibo! I suoi pensieri andarono immediatamente ai suoi figli. Come ogni genitore, vuole lasciare loro in eredità un ambiente sano per un futuro radioso, ma non sapeva come fare.

I giorni passarono fino al giorno in cui vide un ristorante mostrare un logo attaccato alla sua vetrina. Incuriosito, Jaques chiese informazioni ed il ristoratore gli spiego’ che si trattava di una bella iniziativa con un’idea semplice per ridurre lo spreco! "Wow" penso’ “ho trovato la soluzione per apportare il mio contributo!”. Andò immediatamente sul sito web ECOSLOWASTING.com per vedere come funzionava, si registrò e iniziò ad ordinare prodotti. Tutto ciò che trovava proposto dai commercianti era vicino alla scadenza oppure stock rimanenti o ancora gli invenduti. Il suo primo ordine fu un paniere sorpresa presso un piccolo ristorante turco della zona, il giorno dopo comprò un vassoio di pasticcini, poi una cassa di 5 kg di frutta e verdura. Era felice, e continuo’ ad ordinare perché c'erano molte altre possibilità per ridurre lo spreco. Nel progetto c’erano tanti tipi di commercianti diversi come fioristi, negozi di informatica, di articoli per la casa, alberghi, ecc.!

Aderendo a questo concetto aveva finalmente capito che poteva agire. Poteva risparmiare, ridurre gli sprechi e preservare l'ambiente. L’ho disse alla sua famiglia, ai suoi colleghi al lavoro, ai suoi amici, alla maestra, ai suoi vicini di casa, ad altri negozi, ecc., che a loro volta hanno aderito all’iniziativa ed stato proprio grazie al movimento che le cose si sono smosse verso un mondo migliore, più consapevole dell’ambiente e dell’importanza delle persone su questa Terra perché non c’é nulla che resiste a coloro che agiscono uniti !

Tutti i commenti

Lascia un commento